Logo ImpresaGreen.it

Air Liquide: abbattimento delle emissioni di CO2 in vista di una società Low-Carbon

Per quanto concerne le emissioni indirette, la società si concentrerà sull’aumento dell’efficienza energetica e sul consumo di elettricità a basse emissioni di carbonio. 

Redazione ImpresaGreen

Nell'ambito della sua strategia di crescita, che combina performance economica e sviluppo sostenibile, Air Liquide ha presentato i nuovi obiettivi in vista di un futuro sostenibile.
In linea con l'Accordo di Parigi del 2015, il Gruppo si impegna ad affrontare l'urgenza del cambiamento climatico e della transizione energetica, puntando alla neutralità carbonica entro il 2050, con due tappe intermedie fondamentali nel 2025 e nel 2035:
  • iniziare a ridurre le proprie emissioni di CO2 in valore assoluto intorno al 2025
  • Raggiungere una riduzione del 33% delle proprie emissioni di CO2 legate agli Scope 1 e 2 entro il 2035, rispetto al 2020
All’interno di questo contesto, il Gruppo mantiene anche il suo obiettivo di ridurre del -30% la propria intensità di carbonio in kg CO2/€ (Ebitda)2 nel 2025, rispetto al 2015. 
Per decarbonizzare le proprie attività, Air Liquide farà leva sulla cattura di CO2, accelerando la produzione di idrogeno a basso tenore di carbonio attraverso l’elettrolisi e impiegando materie prime rinnovabili come il biometano.
Per quanto concerne le emissioni indirette, la società si concentrerà sull’aumento dell’efficienza energetica e sul consumo di elettricità a basse emissioni di carbonio. 
Air Liquide svilupperà, inoltre, un’ampia gamma di soluzioni dedicate ai propri clienti per aiutarli a ridurre la loro impronta di carbonio. Queste soluzioni includono l’offerta di gas a basso tenore di carbonio, l’accompagnamento dei clienti nella trasformazione dei loro processi industriali, la competenza riconosciuta in materia di cattura del carbonio, nonché una strategia di acquisizione di asset dei clienti finalizzata alla riduzione delle loro emissioni di CO2. 
Questo piano prevede anche un’accelerazione dello sviluppo dell’idrogeno, il cui fatturato dovrebbe almeno triplicare entro il 2035 per raggiungere oltre 6 miliardi di euro. Il Gruppo conseguirà questo obiettivo investendo circa 8 miliardi di euro nella catena di valore dell’idrogeno a basse emissioni di carbonio e contribuendo allo sviluppo di un ecosistema dell’idrogeno low-carbon per l’industria e la mobilità pulita.
Entro il 2030, Air Liquide mira a portare la sua capacità totale di elettrolisi a 3 GW. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 26/03/2021

Tag: