Logo ImpresaGreen.it

easyJet: il carburante sostenibile per l'aviazione (SAF) viene introdotto all'aeroporto di Gatwick

La compagnia aerea ha introdotto un distributore di idranti elettrici fornito da World Fuel Services - il primo nel Regno Unito - per decarbonizzare ulteriormente le sue operazioni all’aeroporto Gatwick.

Redazione ImpresaGreen

Con il primo in partenza ieri, un totale di 42 voli easyJet che operano dall'aeroporto di Gatwick saranno alimentati da una miscela al 30% di Neste MY Sustainable Aviation Fuel.  Questa è un’importante pietra miliare: è la prima volta che un volo in partenza da Gatwick utilizza un carburante sostenibile per l'aviazione (SAF), ed è anche il primo utilizzo da parte di un servizio easyJet dal Regno Unito. Conferma il forte impegno di tutte le parti coinvolte - il fornitore internazionale di carburante per l'aviazione Q8Aviation, easyJet, Gatwick Airport e Neste - per ottenere una riduzione netta delle emissioni di CO2 nel carburante utilizzato nell'aviazione e lavorare verso l’obiettivo finale del settore aereo di raggiungere le zero emissioni nette di CO2 entro il 2050. 
Dei 42 voli che utilizzeranno la miscela Neste MY Sustainable Aviation Fuel, 39 saranno voli easyJet che opereranno da Gatwick verso Glasgow, durante la conferenza sul cambiamento climatico COP26, che si terrà dal 31 ottobre al 12 novembre. In tutti i 42 voli, le emissioni di CO2 saranno ridotte fino a 70 tonnellate, il che segnala ulteriormente le intenzioni dell'industria di ridurre le emissioni di gas a effetto serra, in modo da raggiungere l'azzeramento delle emissioni di CO2 entro il 2050. Q8Aviation ha consegnato la prima fornitura di Neste MY Sustainable Aviation Fuel alla riserva di carburante dell'aeroporto di Gatwick.
Il carburante sostenibile per l’aviazione di Neste è completamente certificato ed è prodotto da materie prime di scarto e residui rinnovabili e sostenibili al 100%, come l'olio da cucina usato e i rifiuti di grasso animale. Nella sua forma pura e nel corso del suo ciclo di vita, Neste MY Sustainable Aviation Fuel può raggiungere una riduzione fino all'80% delle emissioni di gas serra rispetto all'uso dei carburanti fossili.
Il processo inizia con il SAF prodotto da Neste che viene miscelato con il carburante Jet A-1 in un deposito dell'aeroporto di Gatwick per creare un carburante drop-in compatibile con i motori degli aerei esistenti e con l'infrastruttura dell'aeroporto, senza richiedere ulteriori investimenti. Q8Aviation consegna quindi il carburante ai serbatoi principali dell'aeroporto di Gatwick per la fornitura agli aerei easyJet attraverso il sistema di idranti dell'aeroporto.  
L'impiego del SAF nelle operazioni di Gatwick per il volo di ieri rappresenta un’importante dimostrazione per l'aeroporto a riprova del suo continuo impegno a lavorare con i suoi partner dell'aviazione sulla decarbonizzazione. L'impronta di carbonio di Gatwick per il 2019 ha dimostrato che l'aeroporto è già a metà strada verso l’obiettivo delle zero emissione per le proprie operazioni e si sta impegnando a raggiungere le zero emissioni nette entro il 2040. In un'ulteriore mossa per decarbonizzare le operazioni e ridurre le emissioni di gas serra, da oggi easyJet, in collaborazione con World Fuel Services, ha introdotto un distributore di idranti elettrici all'interno dell’aeroporto che servirà la sua flotta di 71 aerei a Gatwick. È il primo nel Regno Unito e, basandosi sugli equivalenti diesel che si stima brucino 6630 litri di gasolio ogni anno, il nuovo distributore elettrico può ridurre 18.000 kg di emissioni di CO2 all'anno. L'erogatore di idranti elettrici si aggiunge alle attrezzature elettriche per i servizi di terra che già supportano le operazioni degli aerei easyJet all'aeroporto di Gatwick. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 25/10/2021

Tag: