Logo ImpresaGreen.it

Enel si aggiudica 41 MW nella quinta asta Italia del GSE

Il Piano strategico 2021-2023 di Enel prevede un incremento globale della capacità addizionale da fonti rinnovabili di 19,5 GW per raggiungere un totale di 68 GW di capacità.

Redazione ImpresaGreen

Enel Green Power Italia ed Enel Produzione si sono aggiudicate nel quinto round di gare FER indette dal GSE (Gestore Servizi Energetici) - nei contingenti “aste” e “registri” - 41,2* MW tra nuova capacità rinnovabile e rifacimenti di impianti idroelettrici già in servizio. Della potenza complessiva aggiudicata 39,9 MW sono relativi a 6 progetti di nuova capacità solare, che saranno realizzati in Emilia Romagna e Sicilia, con lavori di costruzione che verranno avviati nel 2021, e 4 rifacimenti di impianti idroelettrici già operativi in Piemonte e Veneto, con cantieri che verranno realizzati tra il 2021 ed il 2023. Gli ulteriori 1,3 MW sono relativi a nuova capacità rinnovabile nel contingente “registri” per 5 progetti solari, di cui 4 su tetti di edifici Enel.
La quinta asta per le Fonti energetiche rinnovabili del GSE, a fronte di 1.582 MW di capacità disponibile per il contingente “asta - nuova capacità rinnovabile >1 MW” (Gruppo A) ha registrato una offerta complessiva di soli 98,9 MW con progetti aggiudicati per 73,7 MW, pari a poco meno del 5% del contingente messo a disposizione.
La realizzazione di nuova capacità rinnovabile ed il rifacimento di impianti esistenti in Italia rientrano nel più ampio impegno del Gruppo Enel per la crescita delle rinnovabili e la decarbonizzazione che nel nostro Paese prevede, nel periodo 2021-2023, un obiettivo di sviluppo di nuova capacità rinnovabile per 1,5 GW.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 14/06/2021

Tag: