Enel costruirà 593 mw di capacità eolica in Messico

Il Gruppo Enel si è aggiudicato il diritto di stipulare dei contratti per la fornitura di energia e certificati verdi da quattro impianti eolici in Messico per una durata, rispettivamente, di quindici e venti anni.

Pubblicata il: 04/12/2017 17:52

Redazione ImpresaGreen.it

Enel, attraverso la sua controllata per le rinnovabili Enel Rinnovabile, si è aggiudicata il diritto di stipulare dei contratti in Messico relativi alla fornitura di energia e di certificati verdi da quattro impianti eolici con una capacità complessiva di 593 MW, in seguito all’esito della terza gara pubblica di lungo termine lanciata dall’avvio della riforma energetica del Paese.
Il Gruppo Enel investirà circa 700 milioni di dollari USA nella costruzione dei nuovi impianti, in linea con gli investimenti previsti dall’attuale piano strategico di Enel. Ciascun progetto sarà supportato da un contratto che prevede la vendita alla Cámara de Compensación del Messico1 di determinati volumi di energia e dei relativi certificati verdi per un periodo, rispettivamente, di quindici e venti anni.
Si prevede che i nuovi impianti entreranno in esercizio nella prima metà del 2020 e che, una volta a regime, produrranno 2,09 TWh annui di energia da fonti rinnovabili, evitando così l'emissione in atmosfera di circa 960.000 tonnellate di CO2 all’anno.
Enel costruirà ad Acuña, nello stato settentrionale di Coahuila, gli impianti di Amistad II e Amistad III, con una capacità installata di 100 MW ciascuno, e Amistad IV, con una capacità installata di 149 MW. Si prevede che Amistad II e Amistad III generino ogni anno oltre 350 GWh per impianto, evitando ciascuno l’emissione in atmosfera di circa 170.000 tonnellate di CO2 l’anno. Amistad IV dovrebbe produrre oltre 510 GWh l’anno, evitando l’emissione di circa 234.000 tonnellate di CO2. 
L’impianto di Dolores, con una capacità installata di 244 MW, verrà costruito a China, un comune dello stato nordorientale di Nuevo León, e dovrebbe generare quasi 850 GWh l’anno, evitando l’emissione in atmosfera di circa 390.000 tonnellate di CO2 ogni anno.

Cosa ne pensi di questa notizia?