Tirreno Power, dalla Conferenza di Servizi via libera al rinnovo anticipato dell’AIA

Nel corso della seduta si è registrato il solo dissenso della regione Liguria, per la parte relativa alle emissioni in atmosfera.

Pubblicata il: 09/12/2014 11:03

Redazione ImpresaGreen

I partecipanti alla  Conferenza di Servizi sull’Autorizzazione Integrata Ambientale per la Tirreno Power di Vado Ligure si sono  espressi favorevolmente sul rinnovo anticipato della autorizzazione integrata ambientale per l’esercizio della centrale termoelettrica col solo dissenso dei rappresentanti della regione Liguria.
Alla riunione svoltasi presso il Ministero dell’Ambiente erano presenti i rappresentanti del Ministero dello sviluppo economico, del Ministero della salute, della Regione Liguria, della Provincia di Savona ed i sindaci dei comuni di Vado Ligure e Quiliano che si sono espressi sul parere predisposto in data 27 novembre 2014 dalla Commissione istruttoria per l’AIA-IPPC e sul relativo Piano di monitoraggio e controllo predisposto nella stessa data dall’Istituto superiore per la ricerca ambientale.
Nel corso della seduta si è registrato il solo dissenso della regione Liguria, per la parte relativa alle emissioni in atmosfera, ritenendo la regione sotto il solo profilo ambientale la compatibilità della previsione richiesta dal gestore di adeguamento dell’impianto in due fasi con il piano regionale di qualità dell’aria, trattandosi di impianto esistente. La Regione peraltro ha rilevato come la sua posizione non tiene conto delle criticità sanitarie.
I Sindaci e la Provincia invece hanno ritenuto che il parere più rigoroso predisposto dalla Commissione fosse da condividere nella sua interezza, nella considerazione che i relativi limiti sono inferiori rispetto a quelli per i quali gli enti preposti alla tutela sanitaria avevano valutato le conseguenze delle esposizioni in termini sanitari.
La conclusione della Conferenza verrà ora rimessa alle valutazioni del Ministro dell’Ambiente.
Con l’emanazione del decreto ministeriale di rinnovo verranno meno gli effetti del decreto di sospensione dell’esercizio disposto a seguito del mancato avvio dei lavori di realizzazione dei nuovi gruppi a carbone previsti dalla AIA originaria, e quindi potranno essere avviati i lavori di ambientalizzazione dell’impianto.

Cosa ne pensi di questa notizia?