Asti: la CdC sostiene l'incubatore d'imprese Asti Green

Le candidature per l'incubatore d'imprese vanno presentate entro il 31 gennaio. Il regolamento e la domanda di partecipazione sono scaricabili dal sito www.uni-astiss.it

Pubblicata il: 20/01/2014 09:43

Redazione ImpresaGreen

La Camera di Commercio di Asti ha offerto il proprio sostegno all'incubatore d'imprese “Asti Città Green” del polo universitario Astiss, progetto avviato in questi giorni con l'apertura del bando per la selezione di idee e progetti d'impresa proposti da giovani fino ai 35 anni d'età.
Possono partecipare anche le imprese iscritte alla Camera di Commercio di Asti da non più di 18 mesi.
Gli ambiti di attività ammessi sono i più vari: possono riguardare l'enogastronomia e le attività turistiche, la cultura, la green economy in senso ampio, il welfare locale e la gestione dei beni e delle tradizioni locali.
E' richiesto un approccio innovativo, creativo e capace di produrre valore aggiunto alle vocazioni del territorio astigiano.
Le dieci imprese che verranno ammesse potranno utilizzare spazi di coworking nella sede universitaria di piazza De Andrè ma soprattutto servizi di consulenza e formazione costruiti su misura e messi a disposizione dalla rete delle istituzioni e delle associazioni di categoria che partecipano all'iniziativa.
La Camera di Commercio, fa sapere il presidente Mario Sacco “intende sostenere e agevolare il percorso dei giovani aspiranti o neo imprenditori mettendo a loro disposizione non solo i propri servizi ma anche i nuovi bandi di finanziamento a favore degli investimenti e della partecipazione a fiere”.
Le candidature per l'incubatore d'imprese vanno presentate entro il 31 gennaio; saranno comunque visionate le domande pervenute dopo la scadenza, fino al raggiungimento degli obiettivi prefissati dal progetto.
Il regolamento e la domanda di partecipazione sono scaricabili dal sito www.uni-astiss.it.
Informazioni: segreteria@uni-astiss.it e innovazione@lamoro.it.

Cosa ne pensi di questa notizia?