Iil comune di Jesi (AN) lancia il piano integrato per diventare una Smart City

Jesi (AN), nell'ambito del progetto europeo Intermodal, lancia il piano integrato per la mobilità sostenibile. Attraverso una card multiuso, i cittadini potranno usufruire dei servizi di trasporto pubblico, di quelli di bikesharing e di carpooling per tutti gli spostamenti sistematici o di intrattenimento.

Pubblicata il: 23/09/2013 15:58

Redazione ImpresaGreen

La città di Jesi (AN) si appresta a diventare una Smart City, promuovendo in modo organico e strutturato la mobilità sostenibile.
Grazie al supporto del progetto europeo Intermodal e del project manager Marco Cardinaletti entro i prossimi mesi sarà varato un piano integrato che coinvolgerà trasporto pubblicobikesharing e i servizi di carpooling per ridurre l'impatto ambientale ed educare i cittadini alle buone pratiche ambientali. Il progetto, avviato dalla precedente amministrazione, è stato messo a punto dall'attuale assessore all'Ambiente Cinzia Napolitano e presentato presso la sala consiliare del Comune.
I cittadini potranno richiedere una card verde multiuso che permetterà loro di accedere con facilità ai servizi di trasporto locale e di utilizzare le biciclette a pedalata assistita, il cui uso sarà agevolato dalla realizzazione di una ciclovia per collegare, con piste dedicate, le zone principali della città.
Mentre sono ancora allo studio le modalità per includere nel piano i servizi di trasporto ferroviario, è invece già stata sviluppata la sinergia relativa a quelli di carpooling.
Grazie alla partnership con il portale ViaggiaInsieme.it, attraverso www.viaggiainsieme.it e il sito istituzionale http://www.comune.jesi.an.it/ gli utenti potranno offrire o ottenere passaggi in auto verso tutte le destinazioni sistematiche, come quelle tra casa e scuola o il luogo di lavoro, o quelle di intrattenimento, traendo numerosi benefici.
Il carpooling, ossia la condivisione tra persone di un veicolo e di un tragitto, permette infatti a chi lo sceglie di abbattere i costi di viaggio e di ridurre notevolmente le emissioni di CO2 prodotte da un'automobile.

Cosa ne pensi di questa notizia?