TNT: efficienza energetica nel Data Center con Schneider Electric

Il progetto di innovazione, nato con respiro nazionale ha poi assunto dimensione e rilevanza internazionale nel gruppo TNT, così che la divisione IT di Schneider Electric è diventata un partner di riferimento anche a livello mondiale.

Pubblicata il: 19/11/2012 15:48

Redazione ImpresaGreen

TNT Express opera in Italia con un network composto da 117 filiali, 14 Hub, 5 customer service ed oltre 1.200 TNT Point sparsi su tutto il territorio nazionale. 
L’infrastruttura informatica riveste un ruolo chiave per un’azienda che gestisce flussi di informazione in tempo reale; il Data Center dell’azienda si trova presso la sede di San Mauro Torinese (TO) e, nel tempo, è stato aggiornato e rivisto in tutti i suoi componenti per rispondere alla crescente richiesta di servizi, alla necessità di contenere la spesa energetica e di adeguarsi alle policy aziendali in materia di rispetto ambientale.
APC, oggi diventata divisione IT di Schneider Electric a seguito dell’acquisizione avvenuta nel 2007,  ha affiancato TNT Express Italy fin dal 2005, con un ambizioso progetto pluriennale di revisione dell’infrastruttura IT, che nel tempo ha portato a intervenire su tutti gli elementi chiave dell’ecosistema Data Center: impianti elettrici, gruppi di continuità, raffreddamento, condizionamento aria, rack, monitoraggio ambientale. 
Nel gruppo TNT Express N.V. le scelte tecnologiche sono gestite su due livelli: le decisioni che hanno impatto sui servizi internazionali sono prese a livello centralizzato, mentre le singole realtà locali possono gestire progetti che hanno impatto sul mercato locale. Ciò ha permesso a TNT Express Italy di portare avanti in modo autonomo il rinnovamento della propria infrastruttura informatica. 

Una collaborazione in continua evoluzione dal 2005 ad oggi 
All’avvio del progetto, a metà 2005,  TNT Express Italy manifesta due esigenze: da un lato adeguare il Data Center alle nuove necessità e all’incremento del business; dall’altro migliorare ridondanza e affidabilità dell’infrastruttura tecnica con un attenzione particolare all’ottimizzazione di investimenti (CAPEX) e costi ricorrenti anno su anno.La sfida è affrontata con un approccio strategico al cambiamento delle tecnologie, definendo un piano di evoluzione complessiva su un orizzonte pluriennale; la proposta di APC, caratterizzata da un approccio modulare, scalabile e già orientato a un Data Center in alta densità, è considerata la più efficace.
Il primo passo è la ristrutturazione del Data Center con l’introduzione di una soluzione Hot Aisle Contaniment; l’azienda in parallelo conduce una razionalizzazione del numero dei server, attraverso la virtualizzazione ed il consolidamento delle applicazioni, che permette nel 2008 di ospitare nel Data Center di San Mauro Torinese nuovi servizi da offrire alle business unit TNT Express dei paesi SEMEA (South Europe, Middle East, Africa). La fase successiva, nel triennio 2009 – 2012, vede l’adozione di nuovi sistemi di alimentazione e condizionamento orientati alla massima efficienza energetica con un processo graduale il cui completamento è previsto per la fine del 2013.  

Efficienza energetica e innovazione 
Il progetto ha portato a TNT Express Italy importanti benefici, sia di carattere operativo ed economico, sia legati alla rilevanza assunta dal progetto italiano all’interno del gruppo TNT. Il rinnovamento dell’infrastruttura ha consentito di migliorare le prestazioni e l’affidabilità del Data Center, ed un risparmio considerevole – anche in relazione all’aumento dei costi dell’energia registrato negli ultimi anni.
Gli UPS di vecchia concezione, inefficienti, non monitorati e costosi, sono stati sostituiti con sistemi modulari ad alto rendimento; il precedente sistema di cooling ad acqua è stato cambiato con una soluzione con doppio circuito di raffreddamento che utilizza anche batterie di elementi free-cooling. Tutti questi dispositivi sono inoltre controllati e monitorati in tempo reale. 
I benefici sono stati così considerevoli da determinare un tempo di rientro inferiore all’anno.
Oggi il Data Center di San Mauro Torinese è classificato come infrastruttura Tier 3, in linea con le prestazioni di servizio che l’azienda vuole garantire ai suoi clienti locali e internazionali.

Cosa ne pensi di questa notizia?