A Solarexpo presentata la finestra fotovoltaica Schüco

La finestra fotovoltaica Schüco è un piccolo gioiello di tecnologia al servizio sia dell'ambiente, per gli alti standard energetici, sia del benessere delle persone.

Pubblicata il: 29/05/2012 09:35

Redazione GreenCity

Oggi l'edilizia residenziale è chiamata a dare un contributo fondamentale alla riduzione degli sprechi energetici, alla sostenibilità ambientale e al comfort abitativo. L'integrazione dei vetri isolanti fotovoltaici ProSol TF+ nella finestra Schüco è la riposta a questa priorità.  
Grazie all‘opzione di semitrasparenza, che raggiunge il 25%,  il nuovo modulo fotovoltaico multistrato a film sottile non solo crea un ambiente gradevole permettendo l‘ingresso della luce naturale, ma funge anche da schermatura solare, producendo allo stesso tempo energia con alti livelli di efficienza.  
La tecnologia a film sottile garantisce ottima produzione anche in situazioni di luce diffusa aumentandone l'efficienza energetica. Tale efficienza  viene ottimizzata grazie ai Microinverter Schüco studiati per gestire al meglio le normali dimensioni delle finestre residenziali.  

a-solarexpo-presentata-la-finestra-fotovoltaica-sc-2.jpg


La finestra fotovoltaica con una potenza di 100 Wp, ha una produzione annuale di energia pulita pari 100/110  kWh/anno e gode degli incentivi del Conto Energia, superiori rispetto ad un impianto tradizionale in copertura. I vantaggi sono duplici: si ottiene energia pulita e si risparmia sulla bolletta. A tutto ciò si aggiunge il perfetto isolamento termico e caratteristica non secondaria, il naturale ricambio dell'aria con una perfetta ventilazione degli ambienti della casa o dell'ufficio.  
Questo è possibile grazie alla automazione della finestra con l'apparecchiatura meccatronica TipTronic e al sistema VentoTherm, fiore all'occhiello di Schüco, che assicura il mantenimento di una situazione climatica ottimale nell'ambiente interno in maniera totalmente automatica e a bassissimi consumi.   
Con VentoTherm, Schüco propone una soluzione efficiente per una ventilazione decentralizzata, integrata nelle finestre e con recupero di calore d'inverno. L'aria viziata proveniente dall'interno dell'edificio viene infatti filtrata da un dispositivo di recupero che, prima di trasferirla all'esterno, ne assorbe il calore. Al contempo l'aria fredda proveniente dall'esterno dell'edificio, passando attraverso lo stesso dispositivo, viene filtrata e riscaldata con il calore recuperato dall'aria interna espulsa, senza far mai entrare in contatto diretto i due flussi d'aria.  

a-solarexpo-presentata-la-finestra-fotovoltaica-sc-1.jpg

Il minimo ingombro e la possibilità di integrazione nel profilo della finestra rendono Schüco VentoTherm una soluzione estremamente versatile e particolarmente interessante nei progetti di ristrutturazione.  
In combinazione con Schüco VentoTherm e l'apparecchiatura meccatronica Schüco TipTronic , il sistema di controllo Schüco Wireless Control System, dialogando costantemente con sensori interni ed esterni all'edificio, consente di gestire la ventilazione ibrida unendo in una sola soluzione le caratteristiche dei due sistemi, a tutto vantaggio dell'efficienza energetica dell'edificio, della climatizzazione degli ambienti e della qualità dell'aria.  
La dispersione termica è un problema cruciale. Le case spesso sono costruite con materiali che non consentono il contenimento termico e di conseguenza necessitano di moltissima energia per mantenere una corretta condizione ambientale interna. La finestra fotovoltaica Schüco può aiutare a risolvere il problema. 
Le normative nazionali ed internazionali richiedono infatti al settore edile di sviluppare una maggiore efficienza. Tra queste la Direttiva europea 31 del 2010, che imporrà per il 2020 a tutti gli edifici  costruiti in Europa di autoprodurre tramite rinnovabili tutta l'energia necessaria a coprire i consumi.

a-solarexpo-presentata-la-finestra-fotovoltaica-sc-3.jpg

Cosa ne pensi di questa notizia?