Sono le Smart Cities la nuova sfida delle pubbliche amministrazioni

Scenario e strumenti a disposizione degli enti locali per sviluppare "città intelligenti": se ne è parlato nell'ambito del seminario "Smart cities, le città del futuro. La nuova sfida delle pubbliche amministrazioni".

Pubblicata il: 25/11/2011 09:50

Redazione GreenCity

Si è svolto ieri a Bari il seminario "Smart cities, le città del futuro. La nuova sfida delle pubbliche amministrazioni", organizzato da ParadoxEngineering, Nec e Tel.Sec., in collaborazione con Promem Sud Est.
I nuovi modelli di sviluppo urbano sostenibile sono stati al centro del convegno, durante il quale sono stati illustrati gli strumenti a disposizione degli enti locali per sviluppare ‘città intelligenti', tra cui il Patto dei Sindaci e le tecnologie di ultima generazione per ottimizzare la distribuzione e l'utilizzo dell'energia, nonché la gestione dei servizi pubblici.
La maggior parte dei consumi di energia si concentra nelle città che esauriscono  oltre il 75% della produzione mondiale di energia e producono l'80% delle emissioni di CO2; oggi più che mai i comuni, grandi e piccoli, sono chiamati a definire un nuovo modello di città, ribattezzato ‘Smart city', che indica una comunità di medie dimensioni tecnologica, interconnessa ma anche sostenibile, confortevole, attrattiva e sicura; in una sola parola "intelligente". Un modello urbanistico sostenibile, incentivato anche dall'Unione Europea con un programma di investimenti pari a 11 miliardi di euro per i prossimi dieci anni. 
"Una gestione più intelligente delle risorse energetiche – ha sottolineato Gianni Minetti, presidente e CEO di Paradox Engineering -  è fondamentaleper lo sviluppo di un'economia sostenibile, come ha recentemente confermato la Commissione Europea in occasione del lancio dell'iniziativa ‘Smart Cities and Communities'. I progetti di Smart Metering e Smart Grid rappresentano un passo importante per offrire energia pulita, sicura econveniente ai cittadini, ridurre i consumi e creare nuovi servizi".

Cosa ne pensi di questa notizia?