Ecomondo chiude con un +16,7% di visitatori

75.980 visitatori per Ecomondo, Key Energy e Cooperambiente, con un incremento del 49% dei visitatori stranieri.

Pubblicata il: 14/11/2011 11:45

Redazione GreenCity

75.980 visitatori professionali (+16,7% sul 2010). Anno record per la grande kermesse ambientale di Rimini Fiera. Nelle quattro giornate di fiera, da mercoledì 9 a sabato 12 novembre, Ecomondo, Key Energy e Cooperambiente hanno anche registrato uno straordinario progresso per quanto riguarda l'affluenza degli operatori esteri: 7.754, con un incremento del 49%:
Per quattro giorni la Fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile ha proposto l'offerta di 1.200 imprese che hanno occupato l'intero quartiere fieristico riminese. Protagonista dell'intero ciclo del riuso di rifiuti, aria, acqua ed energia.
Le sezioni hanno riguardato anche le demolizioni, le bonifiche dei siti contaminati, la riqualificazione di aree dismesse. Nucleo centrale il ciclo dei rifiuti, mentre due interi padiglioni hanno ospitato l'area educational visitata da oltre 4.000 studenti provenienti da tutta Italia. In grande progresso la presenza di aziende dedite alla costruzione di impianti, delle industrie del settore della rottamazione autoveicoli, dei gestori di impianti di trattamento e riciclo.
Un fattore in risalto, in sede di bilancio di Ecomondo 2011, è la partecipazione a tutti i livelli di realtà provenienti dai paesi esteri. Oltre 250 i buyer provenienti dai Paesi selezionati e di interesse per l'offerta dell'industria 'verde' italiana. In fiera si sono svolti 2.432 (+20% sul 2010) business meeting programmati sulla piattaforma online nelle settimane precedenti.
Altro tema centrale in fiera: la città del domani è "smart". La fiera ha colto pienamente la prospettiva, dedicando all'iniziativa un'intera area. Una società più sostenibile parte infatti dai centri urbani, dove vive oltre il 50% della popolazione mondiale che consuma l'80% dell'energia con relative emissioni di CO2 in atmosfera, causa principale del riscaldamento globale. Per questo l'Unione Europea ha puntato fari e risorse sul programma "Smart cities and communities", che finanzia progetti legati all'uso e alla produzione sostenibile di energia e allo sviluppo di una mobilità ecologica. Due colossi italiani, Enel e Telecom Italia, hanno proposto a Key Energy le loro iniziative fra le quali la soluzione per la casa "intelligente" Energy@Home, il sistema evoluto sviluppato da Telecom Italia, Enel, Indesit ed Electrolux per una gestione eco-efficiente dell'abitazione.
Inoltre quest'anno si sono svolti 150 eventi, almeno il 30% con una valenza tecnico scientifica; a questi si sono aggiunti aggiungono i Call for Papers ai quali sono intervenuti più di 100 enti di ricerca universitari, pubblici e privati, con circa 700 autori. Quattro ambiti hanno rappresentato il filo rosso dei seminari: Industrial Ecology applicata alla ricerca ed alle attività produttive; La Green Economy, la sua evoluzione nelle problematiche produttive e di servizio; Europa del Recupero; Ecoefficienza e Modelli di Sostenibilità.
Il prossimo appuntamento con Ecomondo è a Rimini Fiera dal 7 al 10 novembre 2012.

Cosa ne pensi di questa notizia?