Sharp e Gruppofor insieme per un'agrostruttura fotovoltaica

Sharp e Gruppofor ufficializzano la partnership per la creazione del progetto Biodefender, un'agrostruttura fotovoltaica situata nel Lazio.

Pubblicata il: 15/03/2011 16:00

Redazione GreenCity

Sharp e Gruppofor sono partner nel progetto pilota Biodefender - Le Rubbie, un'agrostruttura fotovoltaica adatta ad un'ampia gamma di colture che vanno dall'orticolo al frutticolo e per la protezione delle colture intensive professionali.
Infatti, la collaborazione tra Sharp e Gruppofor ha reso possibile, in soli 65 giorni lavorativi, la realizzazione del progetto pilota Biodefender - Le Rubbie situato nel Lazio, a Cisterna di Latina in località Le Rubbie.
La struttura è formata da elementi standard modulari ripetibili e da un tetto composito conformato a shed con installati 1.056 pannelli fotovoltaici Sharp NU-185 per una potenza nominale di 185 Wp, per una potenza complessiva istallata di 195.3 kWp.
sharp-1.jpgSu un'estensione di 4.000 m², l'impianto fotovoltaico Le Rubbie, utilizza solamente il 27% della superficie coperta e produce energia elettrica per 246.469 kWh/annui, evitando per la durata media dell'impianto (circa 30 anni) l'emissione di 5.175 tonnellate di CO2.
La peculiarità di Biodefender è la generazione di microclima che favoriscono i processi di sviluppo delle piante sottostanti la struttura, grazie al sistema protettivo ed ombreggiante dei pannelli fotovoltaici dosando la proiezione e il rapporto di luce e ombra sulla cultura sottostante, modulabile in base alle esigenze di assorbimento energetico delle colture.

Cosa ne pensi di questa notizia?