Enel, un accordo sulle reti elettriche

Enel ha raggiunto l'accordo per la cessione delle reti elettriche di trasmissione di Endesa a Red Electrica de Espana. L'efficacia dell'accordo è subordinata all'ottenimento delle necessarie autorizzazioni amministrative.

Pubblicata il: 05/07/2010 11:00

Redazione GreenCity

Enel informa che la controllata spagnola Endesa ha raggiunto un accordo con Red Eléctrica de Espana, Ree, relativo alla cessione ad una società controllata da Ree delle reti di trasmissione di energia elettrica di cui risulta titolare Endesa Distribucion Electrica, società a sua volta interamente posseduta da Endesa.
Tale cessione viene effettuata in conformità a quanto disposto dalla Ley 17/2007, che obbliga le società di distribuzione di energia elettrica a vendere le proprie reti di trasmissione a Ree, individuata dalla medesima legge come unico soggetto destinato a svolgere le attività di trasmissione.
L'accordo ha per oggetto sia asset in servizio, per i quali è prevista già nel 2010 una specifica remunerazione a titolo di trasmissione dell'energia elettrica, sia asset in fase di costruzione e che entreranno in servizio nel corso del 2010, per i quali è prevista analoga remunerazione a titolo di trasmissione dell'energia elettrica a partire dal 2011.
Le reti di trasmissione oggetto di cessione sono situate nel territorio peninsulare e nelle Isole Canarie e Baleari.
Il corrispettivo complessivo è stato pattuito in 1.478.128.000 Euro di cui: 1.269.856.000 Euro per quanto riguarda la cessione degli asset in servizio, 142.272.000 Euro per la cessione degli asset in fase di costruzione e 66 milioni di Euro quale corrispettivo per la manutenzione delle reti cedute.
Con riferimento a quest'ultimo corrispettivo, contestualmente all'accordo sopra indicato è stato infatti stipulato un contratto in forza del quale Endesa Distribucion Electrica. provvederà a fornire la necessaria assistenza tecnica a Ree per la manutenzione delle reti cedute per un periodo di quattro anni.
L'efficacia dell'accordo è subordinata all'ottenimento delle necessarie autorizzazioni amministrative.

Cosa ne pensi di questa notizia?