Smart Grid: l'esempio di Malta

Malta, grazie ad un accordo con Ibm, sarà il primo paese al mondo ad avere una rete di distribuzione e controllo dell'energia completamente "smart".

Pubblicata il: 02/07/2010 07:00

Redazione GreenCity

La Maltese National Electricity and Water UtilitiesEnemalta Corporation (EMC) e Water Services Corporation (WSC) – hanno siglato con Ibm un accordo quinquennale da 70 milioni di Euro per la progettazione e l'implementazione di una rete Smart Grid nazionale.
La soluzione è studiata per migliore l'efficienza operativa e il livello di servizi offerti alla clientela attraverso l'introduzione di contatori intelligenti che permettano ai clienti di gestire in maniera migliore i propri consumi. Questi contatori intelligenti consentiranno anche la ristrutturazione del processo di fatturazione, una gestione migliorata della relazione con la clientela e l'introduzione di servizi avanzati che permetteranno ai clienti di migliore ulteriormente i servizi ai propri utenti.
Ibm sostituirà 250.000 contatori elettrici analogici con nuovi strumenti intelligenti; inoltre integrerà contatori dell'acqua e applicazioni IT avanzate, per il controllo, la gestione, la lettura dei contatori e la sospensione dell'erogazione da remoto.
I benefici del nuovo sistema includono:
Utilizzo effettivo: la stima dei consumi verrà eliminata e i clienti pagheranno solo per l'utilizzo effettivo;
Tariffe flessibili: le utility potranno applicare tariffe differenziate per sostenere nuove abitudini di consumo energetico;
Pre-pagamento: la soluzione permette ai clienti di adottare un servizio pre-pagato, simile a quello della telefonia mobile;
Riduzione degli sprechi: perdite commerciali e falle nella rete saranno identificate più facilmente attraverso il monitoraggio delle reti elettrica e idrica;
Gestione remota della fornitura energetica: nessuna necessità di intervenire localmente per attivare, diminuire, incrementare o sospendere la fornitura, riducendo pertanto i tempi di allacciamento;
Efficienza energetica: il sistema consentirà analisi sofisticate di schemi di consumo e permetterà una visione in tempo reale degli stessi al fine di identificare possibili risparmi;
Portale dei consumatori: i clienti avranno accesso attraverso il Web ai propri dati commerciali e tecnici, tenendo traccia dei propri consumi correnti e scegliendo la tariffazione per loro più appropriata.
L'accordo è stato siglato alla fine del 2008 ed è previsto che il sistema sia completato entro la fine del 2012.

Cosa ne pensi di questa notizia?