Città europee sempre più "energy smart", arriva lo Strategic Energy Technology Plan

Lo Strategic Energy Technology Plan lanciato dalla Commissione Europea costituisce un tentativo di integrazione tra diverse fonti energetiche, per una maggiore efficienza e sostenibilità. La sperimentazione partirà da 25-30 città europee, che diventeranno "Smart Cities".

Pubblicata il: 21/09/2009 11:00

Redazione GreenCity

La Commissione Europea ha lanciato lo Strategic Energy Technology Plan, che introduce una nuova visione dell'energia basata su una molteplicità di fonti.
Nei prossimi mesi, la Commissione selezionerà 25-30 città europee in cui implementare nuove tecnologie low-carbon: all'interno dei centri abitati, automobili, tram e autobus funzioneranno a energia solare o eolica.
Al cuore del progetto, un tentativo di integrazione tra tutte le varie fonti energetiche. "Queste Smart Cities saranno il nucleo dal quale si svilupperanno nuovi network, una nuova generazione di edifici e mezzi di trasporto alternativo" recita un comunicato diramato da Reuters.  
Alcune organizzazioni ambientaliste, tuttavia, si oppongono al progetto, in quanto esso menziona anche nuove tecnologie basate sul carbone (come il carbon capture and storage, Ccs) e l'energia nucleare.

Cosa ne pensi di questa notizia?